CORONAVIRUS: l’importanza del dono

Di Lucia de Cristofaro

Siamo giunti al nostro sesto articolo, abbiamo voluto raccontare in questo momento di emergenza, real time, il grande impegno che i Rotary Club del Distretto 2100, hanno messo in campo per essere vicini alle loro comunità, secondo le indicazioni del Governatore Pasquale Domenico Verre. Ma chiediamoci: “Cosa significa “donare”? Dare semplicemente qualcosa a qualcuno?” Donare per tutti noi, orgogliosamente soci del Rotary International – Distretto 2100, significa essere attenti al territorio, ascoltarne le esigenze, interagire, in questo momento di crisi sanitaria e sociale, con Enti, Altre Associazioni e quanti hanno a cuore le persone, perché quando si ascoltano le cifre del bollettino delle 18.00, cui ormai siamo tutti abituati, dietro quelle cifre il Rotary non ha mai dimenticato che ci sono delle persone, che dietro la parola “disoccupazione”, “cassa integrazione”, “disagio sociale” ci sono delle persone che hanno bisogno di essere sostenute. E’ questa la bellezza dei valori rotariani, mettere al centro le persone: adulti, donne. Uomini, bambini, anziani, componenti di una comunità che ha bisogno di essere ascoltata e sostenuta. Leggiamo, ora, insieme quali altre iniziative i Rotary Club del Distretto hanno messo in campo, e quali quelle che continuano in un rapporto costante con il territorio

 

Donazione Ventilatore per la Terapia Intensiva della SIARE ENGINEERING

Donazione da parte dei Rotary Club di Castellammare di Stabia, Ottaviano, Pompei, Pompei Villa dei Misteri e Scafati Angri Realvalle Centenario, con il progetto: “”5 Rotary Club per il COVID HOSPITAL di BOSCOTRECASE”

“E’ stato molto difficile riuscire ad acquistare il ventilatore ed il monitor.” – spiega il presidente del RC Castellammare di Stabia,  capofila del progetto Francesco Di Somma – “L’azienda Siare , infatti, sta producendo a ritmo serrato ventilatori per la Protezione Civile Italiana, ma alla fine, grazie al concessionario Marsa Medical, del Dr. Catello Cascone, siamo riusciti a confermare l’ordine delle attrezzature, concordando il tutto con i vertici della Asl Napoli 3 Sud e del Covid Hospital di Boscotrecase. I medici e gli infermieri del Covid Hospital di Boscotrecase stanno facendo un lavoro incredibile per i pazienti, purtroppo gravi, dell’area stabiese-vesuviana, mettendo a rischio la loro vita e per questo abbiamo voluto dare il nostro contributo ai nostri territori con un piccolo gesto di generosità”. Ricordiamo che i 5 Club:  Castellammare di Stabia, Ottaviano, Pompei, Pompei Villa dei Misteri e Scafati Angri Realvalle Centenario, hanno inteso donare al Covid Hospital di Boscotrecase, che raccoglie i pazienti da Covid 19 dell’area stabiese-vesuviana, un Ventilatore per Terapia Intensiva mod. SIARETRON 4000 ed un Monitor Multiparametrico mod. Neptune 12”, del costo complessivo di 20.000,00 euro. Tale donazione deriva dal confronto con il Direttore Sanitario del Covid Hospital, Dr. Savio Marziani, il Primario del Covid Hospital, Dr. Carmine Coppola, in quanto il ventilatore polmonare per rianimazione Siaretron 4000 è un’evoluta piattaforma di terapia intensiva, progettato per la cura di malattie respiratorie acute e subacute in pazienti adulti, pediatrici e neonatali. Il  Siaretron 4000 prevede  funzionalità avanzate per la gestione delle modalità operative. La donazione, nell’ambito della emergenza da Covid 19, si aggiunge a tante altre iniziative che ciascuno dei cinque Club Rotary hanno messo in atto nei rispettivi territori. Purtroppo le difficoltà di reperimento del materiale, necessario, non consente una consegna in unica soluzione ed é per tale motivo che, dopo la consegna del ventilatore polmonare,  nei prossimi giorni verrà consegnato anche il Monitor Multiparametrico. Alla consegna nelle mani, sempre rispettando le norme, dei dirigenti dell’Ospedale di Boscotrecase, i Presidenti del Club di Castellammare, Arch. Francesco Di Somma e del Club di Pompei Villa dei Misteri, Prof. Dr. Giuseppe Colella, nonché il Socio e Consigliere del Club di Castellammare, responsabile per i progetti covid 19, Dott. Luigi Baron. Al fine di evitare assembramenti, presenti virtualmente in video smart:  il Presidente del Club di Ottaviano, Notaio Nicola Prisco, il Presidente del Club di Pompei, Dr. Valeria Mancuso e il Presidente di Scafati Angri R.C., Avv. Carmen Battipaglia. “E’ stato un bel lavoro di squadra. – continua il presidente Di Somma – “Una azione sinergica tra Ente e Rotary, per la quale desidero ringraziare ancora una volta il Direttore Sanitario del Covid Hospital, Dr. Savio Marziani, il Primario del Covid Hospital, Dr. Carmine Coppola, il Direttore Generale della ASL NAPOLI 3 SUD, Dott. Gennaro Sosto, il Direttore Sanitario, Dott. Savio Marziani, il Primario del Covid Hospital, Dr. Carmine Coppola, il Dr. Luigi Baron, la Dott.ssa Antonella De Stefano, ma soprattutto tutti i soci dei club, che non hanno fatto mai mancare il loro sostegno.”

 

Covid 19 work in progress

La Raccolta fondi del Rotary Club Campania-Napoli per famiglie bisognose e operatori sanitari, continua

Prendendo spunto dalle parole di Papa Francesco e sulla scia delle numerose iniziative promosse da aziende, enti ed associazioni per far fronte all’emergenza COVID-19, anche il Rotary Club Campania-Napoli ha avviato la raccolta fondi “Nessuno si salva da solo” con l’intento di fornire sostegno alimentare a chi ne ha bisogno e di acquistare dispositivi di protezione individuale per gli operatori sanitari. Tale progetto ha avuto il via grazie al supporto di grandi catene alimentari e di negozi di prossimità, in quanto si intende garantire una distribuzione capillare di generi di prima necessità alle famiglie più bisognose del territorio campano, mentre la sinergia con gli altri Rotary Club della Campania rende più efficiente l’acquisto e la distribuzione negli ospedali di dispositivi di protezione individuale.” – spiega il presidente del Club Gianluca Calise. Tale progetto continua sul territorio raccogliendo il plauso della comunità , grazie anche alle sinergie messe in campo con “L’altre stelle onlus”, Associazione di medici, farmacisti e altri professionisti appartenenti al Club Rotary Campania Napoli che, in linea con i valori fondanti del Rotary International, si prodiga per individuare le esigenze dei soggetti svantaggiati e per fornire un valido contributo per rispondere ai bisogni del vivere quotidiano come generi alimentari, vestiario o per fornire beni e servizi che, in particolari situazioni d’emergenza possono venire a mancare.

 

Nuove donazioni

Il Rotary Club Lamezia Terme per l’Ospedale “Giovanni Paolo II”

Continua incessante il grande contributo di solidarietà nei confronti dell’Ospedale “Giovanni Paolo II” da parte del Rotary Club Lamezia Terme. Ieri mattina sono stati consegnati al Presidio Ospedaliero, importante punto di riferimento per un grande comprensorio che abbraccia oltre 160mila abitanti, altri strumenti medicali utili per la battaglia contro il coronavirus. Il Rotary Club Lamezia Terme, guidato dalla Presidente Natalia Majello, ha consegnato le apparecchiature e i dispositivi di sicurezza acquistati, che serviranno per allestire l’area Covid-19 all’interno del presidio ospedaliero. In particolare un monitor multiparametrico, un carrello portamonitor, un elettrocardiografo, termometri ad infrarossi e tute protettive. Dispositivi che sono stati consegnati al Direttore del Presidio Unico Antonio Gallucci, alla presenza dei soci, Francesca Suriano, Dirigente Medico del reparto Urologia dello stesso presidio, e Franco Gigliotti, tesoriere del club lametino, e che si vanno ad aggiungere a quelli già consegnati nei giorni scorsi utili per sostenere la terapia intensiva. “Un altro tassello importante di solidarietà, che attesta come il Rotary Club e i suoi soci portano avanti iniziative animate dallo spirito di solidarietà e nel principio di “Servire al di sopra dei propri interessi personali”. – spiega la presidente  Majello – “Un aiuto concreto, per tutti i pazienti e in particolare quelli che avranno necessità di cure a causa del Covid-19, ma anche a sostegno di medici, infermieri e operatori socio-sanitari che, in questo particolare momento, quotidianamente prestano il loro servizio, spesso in condizioni di difficoltà per mancanza di attrezzature e supporti. L’iniziativa benefica promossa dal Rotary Club Lamezia ha consentito di acquistare numerosi strumenti, grazie alla generosità di quanti hanno partecipato e contribuito alla riuscita dell’iniziativa, ai quali va il ringraziamento e la riconoscenza per la sensibilità dimostrata e la grande solidarietà che la nostra città ha saputo proferire.”

 

Coronavirus: il Rotary Club di Polistena in azione

Il Rotary Club Polistena ha accolto, con grande senso di solidarietà, le numerose ed eterogenee richieste di aiuto provenienti dal territorio in questo difficile momento contrassegnato dall’imperversare del virus COVID-19.

Oltre alla campagna di raccolta fondi “SOS Coronavirus – Ospedale di Polistena (RC)” – avviata sulla piattaforma GoFundMe – e finalizzata all’acquisto delle attrezzature mediche direttamente individuate dalla Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Polistena, campagna grazie alla quale allo stato sono stati raccolti 20.048,00 euro, diverse sono le iniziative messe in campo dal Club presieduto dall’Avv. Andrea Saccomanno. Il Club, il primo aprile, ha provveduto a donare generi alimentari di prima necessità alla Caritas di Oppido Mamertina-Palmi che, grazie all’instancabile attività di Vincenzo Cecé Alampi e di tutti i volontari, si è interessata della successiva consegna in favore di molte famiglie bisognose. Durante le festività pasquali, inoltre, il Club ha effettuato una donazione economica in favore dell’Associazione “Il Samaritano” di Polistena, presieduta da Don Pino Demasi, realtà da anni in prima linea a sostegno di molte famiglie polistenesi bisognose, tra l’altro, di beni di prima necessità. Il Club, desiderando, poi, donare in questo particolare momento un pizzico di normalità, ha consegnato alle bambine e ai bambini ospiti della Comunità Luigi Monti di Polistena e dell’Istituto Suore della Carità di Polistena, diretti rispettivamente dal socio onorario del Club Stefano Caria e da Suor Angela Paglione, uova di Pasqua, pizze, patatine e bevande. Infine, il Club ha aderito all’iniziativa #PanaroDigitaleSolidale promossa dal Progetto Policoro della Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi, in sinergia con il gruppo Scout di Polistena 1, la parrocchia Santa Maria Vergine e la Comunità Beato Luigi Monti di Polistena. Lo scopo dell’iniziativa è riuscire a raccogliere device inutilizzati (pc, tablet e hotspot mobili) e distribuirli a bambini e ragazzi che ne sono sprovvisti e ne hanno necessità per seguire la didattica a distanza. Il Presidente Avv. Andrea Saccomanno, esprimendo compiacimento per l’impegno profuso da tutti soci del Rotary Club di Polistena, alcuni dei quali in prima linea a difesa della salute dei cittadini come la dott.ssa Francesca Liotta, Responsabile del Reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena, dichiara:“Il Rotary ha il compito di servire il proprio territorio, ascoltando i bisogni degli ultimi, dimostrando solidarietà attraverso gesti concreti in favore di chi sta affrontando i giorni difficili del coronavirus in condizioni di disagio socioeconomico”.