Covid 19: I rotariani “restano a casa” ma non si ferma l’impegno

Di Lucia de Cristofaro

I Rotary Club del Distretto 2100 ,Governatore Pasquale Verre, promuovono iniziative per donare ai presidi ospedalieri dei loro territori, quanto occorre per sostenere i medici a combattere la Pandemia che ci ha travolto. “L’attività del Rotary dovrà essere finalizzata ad un aiuto concreto… La grave emergenza e le carenze strutturali del sistema sanità in tutta Italia e, in special modo, nelle Regioni del Sud, hanno fatto emergere in maniera drammatica la carenza di strutture…”  – scriveva lo scorso 13 marzo il Governatore Verre. Seguendo tali linee guida i Rotary Club del Distretto 2100, hanno iniziato ad interagire tra loro in video conferenze e con email, dimostrando che nulla può fermare la forza e l’impegno dei rotariani. Ecco, quindi, alcune delle iniziative che ci sono state segnalate, cui seguiranno altre che sono in fase di concertazione.

 

L’Impegno dei Rotary Club in Calabria

18 Rotary Club donano 93 caschi per la ventilazione agli ospedali della Regione Calabria

Amantea, Paola, Cosenza, Presila Cosenza est, Catanzaro, Catanzaro Tre Colli, Rc del Reventino, Trebisacce, Castrovillari, Cropani, Santa Severina, Rocca Imperiale, Rogliano, Mendicino, Crotone, Petilia Policastro, Ipponion Vibo e Sibari Cassano, questi i 18 Rotary Club, che in sinergia hanno raccolto 22mila euro per l’acquisto di 93 caschi per la ventilazione meccanica da donare agli Ospedali Calabresi. L’emergenza coronavirus ha infatti dato la spinta ai tantissimi presidenti dei club rotariani di tutta la Calabria di aderire e sviluppare un progetto d’intervento a largo raggio. La raccolta fondi è partita con lo spot “Il Rotary c’è” con il quale il  PDG Francesco Socievole, RC Amantea, ha dato il via all’iniziativa in questa triste situazione di emergenza, sottolineando ancora una volta i principi fondanti del Rotary che vanno sempre in direzione di una precipua missione per l’umanità. L’iniziativa è stata concordata con il PDG Pietro Niccoli, luminare della cardiologia, e condivisa dal PDG Decano Vito Rosano, illustre clinico e dal Past President Rotary Club Presilia Cosenza Est, Bruno Amantea, ordinario di Rianimazione e Terapia Intensiva. A mettere a disposizione un conto corrente dedicato, il presidente del Rotary Club Cosenza, Francesco Leone. Il buon esito dell’iniziativa è dovuto all’impegno di tutti, ma in special modo dal suo ideatore, attivatosi con slancio e determinazione, il PDG Francesco Socievole: “Considerata la scarsità dei posti in terapia intensiva, con uno sguardo a ciò che sta accadendo al nord, proprio per la penuria di posti in reparti di terapia intensiva, abbiamo deciso di fornire agli ospedali della Calabria dei “Caschi respiratori” per i pazienti che versano in condizioni meno critiche. Con tali caschi si potranno attrezzare reparti di normale degenza per i malati da coronavirus. Ciò fa si che le terapie intensive potranno dare assistenza ai pazienti più gravi.”  I 93 caschi sono stati così suddivisi: 30 caschi all’Ospedale civile dell’Annunziata a Cosenza; 16 alla Mater Domini di Catanzaro; 13 all’Ospedale Spoke di Crotone; 6 all’Ospedale Spoke di Castrovillari; 5 allo Spoke di Vibo Valentia; 12 all’Ospedale di zona di Trebisacce; 8 all’Ospedale spoke di Paola/Cetraro; 3 all’Ospedale di Lamezia Thermae. “Ancora una volta il Rotary ha dimostrato di esserci con l’insieme dei suoi principi deontologici, nella sua totale efficienza per garantire il valore della promozione di un’attività sociale, che non è solo un patto d’amicizia con le strutture sanitarie, ma che vuole essere l’affermazione incontestabile di valori etici che si trasmettono da 115 anni a questa parte” – ha concluso Francesco Socievole.

 

 

 

Donazione al “Moscati” di Avellino del Rotary Club Avellino Ovest

Dopo un primo immediato intervento il RC Avellino Ovest, continua a promuovere donazioni

l Rotary Club Avellino Ovest, presidente Marcello Sfera, ha inteso attivarsi in favore dell’AORN Moscati e dell’instancabile impegno dei suoi medici e dei suoi operatori sanitari impegnati nella lotta contro il Virus Covid-19.  Nell’immediato il Club ha già provveduto a bonificare 1000 Euro sul conto all’uopo aperto dalla Regione Campania. I rotariani irpini stanno continuando, nel rispetto delle disposizioni governative, a promuovere iniziative e progetti per fornire ulteriori contributi concreti ed immediati a chi è impegnato in prima linea contro questo terribile nemico.

 

All’Ospedale “Cotugno” di Napoli donazione del Rotary Club Napoli Posillipo

Donati 20.000,00 euro all’ospedale “Cotugno”. RC Napoli Posillipo in campo per la lotta Anti Covid

Il Rotary club Napoli Posillipo, presieduto da Maurizio Maddaloni, ha donato 20mila euro all’Ospedale “Cotugno” per l’acquisto immediato di apparecchiature e dispositivi che la struttura sanitaria sta provvedendo ad effettuare in questi  giorni. Il Direttivo e tutti i soci del sodalizio hanno deciso di destinare la somma grazie alle economie realizzate per la sospensione delle attività conviviali e per volontaria autotassazione. “Siamo soci di una grande istituzione – ha affermato il presidente Maddaloni – che mai come in questi frangenti deve operare a supporto del territorio offrendo anche le nostre professionalità”.

 

 

10 caschi respiratori  donati dal Rotary Club Lametia Terme

I Rotariani di Lamezia terme si mobilitano per l’Ospedale “Giovanni Paolo II”

Il Rotary Club Lamezia Terme ha donato all’Ospedale “San Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, 10 caschi respiratori acquistati con i fondi raccolti grazie alla campagna di solidarietà avviata nei giorni scorsi, grazie ai donatori generosi si potrà anche acquistare altro  materiale sanitario, per la protezione dei sanitari dal contagio del virus. I caschi sono stati consegnati nelle mani del Direttore del Presidio Unico Antonio Gallucci, alla presenza della  socia Francesca Suriano, Dirigente Medico del reparto Urologia dello stesso presidio. “Un rapporto di collaborazione, quello del Rotary Club Lamezia Terme con il presidio ospedaliero, consolidato nel tempo…” – afferma la  presidente del Club Natalia Majello –“… che oggi assume una valenza ben più pregnante e significativa a causa della grave emergenza in atto che ha messo in rilievo in maniera drammatica, la già nota carenza di strutture e di personale sanitario, in tutto il Sud. Il service portato avanti dal club dimostra, ancora una volta, la volontà di operare in maniera concreta e significativa per il territorio.”

 

Emergenza Covid-19, parte l’iniziativa del RC Polistena

Partita la Raccolta Fondi del Rotary Club Polistena a sostegno dell’Ospedale “Santa Maria degli Ungheresi”  di  Polistena

E’ stata avviata dal Rotary Club di Polistena una raccolta fondi a sostegno del presidio ospedaliero, “Santa Maria degli Ungheresi”  ,  unico nel comprensorio della Piana di Gioia Tauro ad essere dotato di reparto rianimazione e terapia intensiva. L’obiettivo, inizialmente promosso dai soci del Rotary cittadino e rapidamente avallato da altre associazioni e club presenti sul territorio, è quello di raccogliere una somma di € 30.000 che sarà immediatamente messa a disposizione del presidio ospedaliero per l’acquisto dei beni necessari ad integrare le capacità operative della struttura in vista delle esigenze dei prossimi giorni, e per come sarà indicato direttamente dai responsabili dei reparti interessati.  “Nell’ottica di una coesione generale a supporto dell’unica struttura ospedaliera presente in zona, abbiamo deciso come club di destinare tutte le somme che non impiegheremo per le attività sociali dei prossimi mesi in ragione delle limitazioni imposte dal DL Coronavirus al supporto dell’Ospedale che copre il nostro territorio. Riteniamo che in questo momento d’emergenza l’appello a fare la propria parte debba essere rivolto ai cuori ed alle coscienze di tutti, senza riserve! La nostra campagna si chiama #sosteniamopolistena e, al pari di altre iniziative analoghe avviate a supporto di tutte le strutture ospedaliere della Calabria, mira a dare un aiuto concreto ed immediato in vista del possibile aumento del regime di lavoro. Siamo in contatto con i responsabili dei reparti interessati e, non appena raggiunto l’obiettivo, chiederemo indicazioni sulla destinazione da dare alle somme per fornire il massimo supporto in concreto e nell’immediato. Vi chiediamo quindi di contribuire e di condividere l’iniziativa il più possibile!” – spiega il presidente Andrea Saccomanno.

 

Il Rotary Club Battipaglia sostiene gli ospedali di Battipaglia e di Eboli

Parte la raccolta fondi per gli ospedali di Battipaglia ed Eboli da parte del Rotary Club Battipaglia

Rotary Club Battipaglia, presidente Alfonso Truono, lancia una raccolta fondi a supporto degli ospedali di Battipaglia ed Eboli per l’emergenza Coronavirus. Il Rotary Club di Battipaglia ha deciso, per supportare il lavoro degli ospedali “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia, e il “SS. Maria Addolorata di Eboli”, e di permettere loro di svolgere al massimo delle possibilità il proprio lavoro, di lanciare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma online “Go Fund Me“. L’obiettivo del club è quello di raggiungere la somma di cinquemila euro da devolvere poi agli ospedali mediante forniture di materiale sanitario di ogni genere. La campagna, lanciata appena quindici ore fa, ha già totalizzato oltre milleduecento euro. Fare la propria parte in un momento di forte criticità risulta indispensabile, e a guadagnarci di più è il cuore dei donatori, che si avvolge di un rinnovato calore.

 

RC Torre Annunziata Oplonti sostiene il Territorio

Raccolte le esigenze, il RC Torre Annunziata Oplonti si è mobilitato per sostenere con donazioni l’Ospedale di Boscotrecase, presidio AntiCovid, la protezione sanitaria delle Forze dell’Ordine, la didattica a distanza e continuerà a farlo.

 

“Agire! E farlo subito! Pensando al territorio, a chi ogni giorno si espone per tutelare la nostra vita e la nostra salute, e a chi oggi ha meno possibilità di altri.In questo pensiero si indirizzano le azioni messe in campo dal nostro club, che vuole essere vicino sia agli operatori sanitari ed alle forze dell’ordine perché ogni giorno scendono in campo per difenderci dal virus, tramite donazione di dispositivi di protezione individuale e materiale sanitario; sia ai bambini che oggi avrebbero meno possibilità di altri nella formazione a distanza, tramite la donazione di tablet utili per la formazione a distanza per chi non può permetterselo.” – Spiega Luigi Marulo, presidente Rotary Club Torre Annunziata Oplonti. Il club ha, infatti, donato materiale sanitario protettivo e Pompa a Influsione all’Ospedale di Boscotrecase, diventato presidio Anti Covid, nonché materiale protettivo per le forze dell’ordine di Torre Annunziata. Inoltre, sul fronte dell’educazione a distanza sono stati donati Tablet a due scuole della cittadina la scuola media “Alfieri” e il IV Circolo Didattico. Tali donazioni sono state il risultato di ascolto alle esigenze del territorio operato dai soci del Club di TA Olponti, che hanno colto le varie esigenze e si sono attivati in modo concreto e fattivo.

 

Rotary Club Salerno Est donazioni e raccolta fondi

Il Rotary Club Salerno Est dona 200 mascherine alla Guardia di Finanza e 100 alla protezione civile di Salerno. Aperto anche un conto per l’ospedale.

200 mascherine protettive in “tessuto non tessuto”, aventi caratteristiche corrispondenti alle normative vigenti, sono state donate ieri mattina, presso la sede di Via Duomo del “Comando Provinciale della Guardia di Finanza” di Salerno, al Comandante Provinciale, il Generale Danilo Petrucelli, dal Presidente del Rotary Club Salerno Est , Carmine Nobile, accompagnato dal socio – consigliere Alfonso Villani che ha personalmente offerto le mascherine che sono introvabili in questo periodo come ha ricordato il Generale Petruceli che ha apprezzato l’iniziativa:” Tutte le Forze dell’Ordine sono presenti sul territorio e hanno la necessità di usare questi dispositivi di protezione indispensabili in questa fase dell’emergenza Coronavirus”. Altre 100 mascherine sono state donate alla Protezione Civile di Salerno di Via Dei Carrari alla presenza del Capitano Mario Sposito, della coordinatrice dei volontari Gina Bassanini, del Maresciallo Annarita Troisi e dell’Assessore Comunale all’Ambiente Angelo Caramanno che ha lodato l’iniziativa. Il presidente Nobile ha spiegato che insieme a tutti i componenti del Consiglio Direttivo, riunito in videoconferenza, ha condiviso, anche insieme a tutti presidenti degli altri Club Rotary cittadini, la necessità di promuovere e avviare una raccolta fondi necessaria per acquistare materiale necessario per l’emergenza Coronavirus:” Mascherine, tute usa e getta, occhiali protettivi, calzari, gel disinfettante e respiratori da donare all’Azienda Ospedaliera Ruggi d’Aragona di Salerno. Vogliamo dare una mano alla nostra Salerno e ai nostri concittadini. Grazie al nostro socio Alfiero Albanese, Direttore della sede di Salerno della “Banca Monte Pruno”, abbiamo anche aperto, rapidamente, un conto corrente dedicato. Abbiamo già ricevuto delle donazioni dai soci dei Club Rotary salernitani, ma anche da singoli cittadini che in questo momento, con grande sensibilità, hanno deciso di partecipare all’iniziativa. Stiamo vivendo giorni difficili per il nostro Paese e per la nostra città, ma siamo Italiani e Rotariani, siamo forti, vinceremo anche questa guerra contro questo nemico invisibile. Andrà tutto bene”.