Da Napoli a Ischia, tre giornate, un obiettivo: la fine della Polio

24/25/26 Ottobre 2019

Di Lucia de Cristofaro

E’ iniziato il 24 ottobre il lungo week end contro la Polio, per realizzare una raccolta fondi a favore del Progetto Polio Plus, che promosso proprio da un Rotary italiano, nel 1979, ha coinvolto tutto il mondo Rotary, giungendo a debellare la Polio nella quasi totalità dei paesi che erano endemici a tale flagello, come ci spiega il Governatore Distretto 2100, Pasquale Verre, prima della manifestazione organizzata a Napoli, ovvero il caffè sospeso, presso il “Gran caffè” di Piazza dei Martiri: “Per quanto riguarda le tre giornate a Favore del Progetto Polio Plus, che prendono il via oggi, dobbiamo sottolineare che il progetto Polio Plus è stato il progetto più importante che il Rotary International ha realizzato negli ultimi quarant’anni. E’ un progetto che con orgoglio possiamo dire, nasce proprio in Italia. Il primo programma di vaccinazioni fu fatto nelle Filippine e sempre ad opera di volontari italiani e Club Rotary italiani fu effettuato il secondo programma di vaccinazioni in Marocco. Quest’anno nella mia lettera ai club di ottobre ho sottolineato l’importanza di portare a compimento questo grande progetto, invitando tutti i club a fare o una raccolta fondi o una serata di formazione e informazione o entrambe. Come Distretto 2100 abbiamo voluto, invece, realizzare una tre giorni per la Polio, intitolata “Da Napoli ad Ischia per combattere definitivamente la polio.” E’ la prima volta che il Distretto 2100, propone un’azione che si dipana in più giorni e più eventi. Numerosi i club che hanno aderito,  grazie agli amici che si sono impegnati in prima persona quindi il presidente della commissione Polio Plus, Lillo Petronella,  ad altri amici, come: i soci del club Parthenope e del Loro presidente Francesco Saverio Alovisi, il cooprefetto Emanuela Pavese, l’Assistente Francesco Dente, il Past President di RC Ischia Giacinto Calise, che hanno dato la loro collaborazione. L’obiettivo di tali eventi, oltre alla raccolta fondi, importantissima, è quello di poter sollecitare i cittadini e le comunità a riflettere su tale problematica, con l’illuminazione dei castelli napoletani, ovvero il Castel dell’Ovo e il Maschio Angioino con la scritta Polio Plus. Cui seguirà ad Ischia l’illuminazione della Torre Saracena.” Approfittando di questo momento con il DG Verre, continuiamo la nostra intervista. Governatore altri progetti messi in campo? “ I progetti messi in campo sono tantissimi  e i club stanno rispondendo alla grande. Ad oggi ho effettuato circa 50 visite  tutte caratterizzate da grande armonia,  da grande impegno,  da grande interesse. Siamo ormai anche alle ultime battute anche per quanto riguarda le domande di progetti da Finanziare a livello distrettuale, attualmente all’esame della Commissione Distrettuale Rotary Foundation, presieduta da Alfredo Focà. Durante  l’incontro distrettuale del prossimo 23/24 novembre, a Salerno, saranno comunicati gli aspetti dell’assegnazione ai progetti presentati dai club, sulla traccia delle grandi linee di indirizzo del Rotary International. Vorrei anche  sottolineare l’importanza di un Distretto sereno, tranquillo  in cui si lavora per il Rotary, per i cittadini, per le comunità.” L’effettivo dei Club si sta incrementando di giovani soci, un messaggio per loro?. “Due sono i compiti fondamentali di un governatore: il primo, stare vicino ai club,  e questo credo che lo abbiamo fatto anche nel corso  della formazione dello scorso anno;  il secondo, portare il messaggio del Presidente Internazionale, ovvero maggior numero di donne e giovani nei Club Rotary. Il Rotary si deve ringiovanire dobbiamo essere capaci, adottando piccole e grandi strategie, di avere dei leader, di 40 50 anni  che non devono più scegliere tra il Rotary e il lavoro  o il Rotary e la Famiglia,  dobbiamo impegnarci e portare avanti un discorso unitario.” Il Rotaract e il Distretto 2100… “Il Rotaract è partner del Rotary e grande è il contributo in termini di impegno e di idee, che i soci rotaractiani danno al nostro distretto, guidati dal RRD Maria Grazia Ciccone. Domani, ad esempio, mi recherò a Caserta per il REM, che vede protagonisti tutti i rotaractiani. Mi piace anche sottolineare che è aumentato il numero dei rotaractiani nel Distretto 2100, superando le 1000 unità.   E’, di fatto, il più grande distretto rotaractiano italiano, un dato che ci rende felici  cui abbiamo contribuito e continueremo a contribuire. Il loro impegno, il loro entusiasmo  coinvolge tutto il Distretto.” Un messaggio ai rotariani  per i prossimi mesi? “Di vivere un Rotary fattivo,  capace di incidere sulle scelte dei territori , ma anche il Rotary del sorriso  e del buon umore che non guasta mai.” Insieme al Governatore, agli assistenti Alfonso Pepe e  Francesco Schillirò e al presidente del RC Torre Annunziata Olponti, Luigi Marulo, abbiamo raggiunto i rotariani impegnati nell’evento di Piazza dei Martiri. Ad aspettarci una nuvola di palloncini rossi, con la scritta End Polio Now e tanti soci del RC Parthenope, che oltre ad effettuare una efficace raccolta fondi, presenti anche diversi soci in rappresentanza di vari Club ed altre autorità rotariane, si intrattenevano anche con i cittadini, cui spiegavano l’importanza del Progetto Polio Plus. A seguire  la meravigliosa illuminazione del Castel dell’Ovo e del Maschio Angioino, che ha riscosso un notevole interesse da parte di napoletani e turisti presenti. L’Isola di Ischia ha accolto, poi, nei giorni successivi i rotariani intervenuti all’evento nella cornice suggestiva dell’Hotel Regina Isabella, a Lacco Ameno, grazie all’amabilità e alla professionalità di Francesco Dente e Giacinto Calise. Il programma intenso ha visto, “le magliette rosse”, per promuovere l’impegno contro la Polio, indossate dai soci rotariani del Distretto 2100, capitanati dal Governatore Verre, accompagnato dalla gentile consorte Alessandra, e dai rotariani di altri distretti: RC di Rutigliano e Terre dell’Uva, presidente Antonella Linsalata e Rc Isernia, rappresentato da Pasquale Corrado, passeggiare per i Borghi antichi di Ischia e visitare il Castello Aragonese, nel pomeriggio del 26. La serata è stata, invece, prima dedicata alla illuminazione della Torre Saracena, da parte del Governatore Verre, che ha ringraziato tutti i presenti e si è soffermato sull’importanza di non abbassare mai la guardia su questa malattia, e poi, ad un intenso incontro, moderato da Francesco Dente, con la visione di video-documentario sulla storia del progetto Polio Plus, i risultati raggiunti e quelli ancora da ottenere, i saluti del presidente di Salerno Duomo Giuseppe Francesco Cimmino, del Presidente della Commissione Polio Plus Lillo Petronella, della vicepresidente RC Ischia Fortuna Mattera, in rappresentanza del presidente Vincenzo Acunto, e le conclusioni del DG Pasquale Verre: “Mi è grata l’occasione per annunziare che si è concretizzata finalmente l’Associazione Rotary Italia. In passato ci avevano provato, finalmente quest’anno ci siamo riusciti. Inoltre proprio in questi giorni mi è giunta comunicazione dal Rotary International, di continuare nel nostro forte impegno rotariano, perché per nell’anno rotariano 2026/2027 è prevista proprio in Italia a Rimini, la Convention del Rotary International.  Ciò è chiaramente un riconoscimento al lavoro che sta facendo il Rotary Italia e tutti i rotariani. In merito alla eradicazione della Polio, Gli americani stentano a riconoscere la primogenitura tutta italiana del Progetto Polio Plus, ma è indiscutibile che l’avvio al più grande progetto rotariano è partito proprio dall’Italia e noi dobbiamo andare orgogliosi del nostro paese, così come dobbiamo essere orgogliosi dei risultati raggiunti da tutti noi rotariani grazie al nostro impegno. Effettivamente per quanto riguarda la Polio un problema esiste, perché nonostante tutti i nostri sforzi, ultimamente sono stati trovati nelle acque reflue, di alcuni paesi in cui si pensava ormai debellata la Polio, un ceppo della malattia, questo vuol dire che non dobbiamo ancora abbassare la guardia, ma continuare ad impegnarci contro la Polio e i 26 casi in Afganistan e i 72 casi in Pakistan, ancora oggi esistenti, confermano purtroppo la preoccupazione di un ritorno di questa malattia deformante. Ricordo che quando sono stato eletto Governatore nel Maggio del 2017, il presidente della commissione esaminatrice mi chiese quali fossero i progetti che avrei messo in campo nel mio anno di governatorato, io elencai alcuni progetti e poi mi soffermai su quello della eradicazione della Polio, mi sentii rispondere che quello della Polio era un progetto superato. Le cifre di oggi ci dicono che mai affermazione fu più sbagliata. Avere ragione in questo caso non è piacevole, perché se avessi avuto torto significherebbe che finalmente tanti bambini non rischierebbero più di restare deformati dalla malattia o di morire. Ecco perché è importante essere qui stasera, così come aver organizzato un lungo week end che ha contribuito ad una sostanziosa raccolta fondi.”  Il successo di una manifestazione distrettuale dipanata in più giorni è proprio infatti nelle cifre che si sono riuscite a raccogliere, ovvero 600,00 euro nella giornata del 24 ottobre, con il “caffè sospeso”, cosa non da poco visto che si partiva da un caffè e 2.000,00 euro con i giorni dell’evento di Ischia. Diversi i Rotary Club del Distretto 2100 presenti, con i loro rappresentanti e presidenti: Salerno Nord due Principati, Nocera Inferiore Apudmontem, Rutigliano e terre dell’uva, San Casciano – Chianti, Napoli Parthenope, Salerno Duomo, con il suo Rotaract, E-Club Due Golfi, Salerno, Isola di capri, Isola di Ischia, Campagna Valle del sele con il suo Rotaract, Torre Annunziata Oplonti. Nel suo breve saluto il Presidente di Capri, Antonino Moccia, di cui si è gustata la sua famosa pasta, ha proposto un altro incontro a favore del progetto Polio Plus a Capri a fine Maggio. Questo, lungo e intenso evento si unisce ai tanti altri eventi realizzati dai Rotary Club del Distretto 2100, che fanno emergere quanto sia efficace la dedizione dei rotariani a favore delle comunità vicine o lontane che siano.