Global Grant: Agua…El Paraìso non può attendere!!!

18 gennaio 2020

Serata Interclub, Rotary Club organizzatori: Salerno Duomo, Salerno Picentia, Napoli Partenophe

 

Una tombolata per un nuovo anno solidale, in presenza del DG Pasquale Domenico Verre, sempre vicino ai Club del Distretto 2100 e a tutte le azioni solidali.

di Lucia de Cristofaro

E’ stata la splendida abitazione della presidente  del Rotary Club Salerno Picentia, Carla Sabatella, ad ospitare la Tombolata del nuovo anno a favore della raccolta fondi per Il Global Grant: “Agua…El Paraìso non può attendere!!!”, club proponente il RC Salerno Duomo, presidente 2019/2020 Francesco Giuseppe Cimmino, diventato quest’anno Progetto Distrettuale. L’impegno profuso a favore del progetto è sempre stato significativo negli anni, ma finalmente si è vicini al traguardo, grazie alla promessa di sovvenzione da parte del DG Pasquale Domenico Verre per ben 20.000,00 euro, presente alla serata insieme alla consorte Alessandra, sempre attenta alle azioni e ai progetti solidali sul territorio del distretto  e il figliolo Camillo. Tanti i club partecipanti e che si sono resi disponibili ad essere vicini al progetto, oltre ai club organizzatori, vi erano delegazioni da: Salerno Nord due Principati, Salerno Est,  Salerno, Napoli, Nocera Inferiore Apudmontem, Benevento, Campagna, Capua Antica e Nova, Cava de’ Tirreni, Eboli, Isola di Ischia, Isola di Capri, Maddaloni Valle di Suessola, Napoli Afragola Porte di Napoli, Napoli Angioino, Nola Pomigliano, Ottaviano, Roccadaspide, Torre Annunziata Oplonti, Valle Caudina, Valle Telesina. A dare il primo saluto agli ospiti Carla Sabatella, presidente RC Salerno Picentia: “Cari amici rotariani la serata è nata gustando un caffè ed è stata realizzata, grazie alla collaborazione di preziosi amici: Francesco Dente, che da anni promuove il Progetto, da Emanuela Pavese e il presidente Alovisi, del Rc Napoli Parthenope e da chi vi parla, che è onorata della vostra presenza a casa propria. Preparare la serata, pensando ai vari particolari non solo è stato bello, ma anche emotivamente coinvolgente. Una gioia, un entusiasmo che fa sentire orgogliosi di essere rotariani. Ricevere, poi, la telefonata del Governatore Verre, che mi annunciava la sua presenza insieme alla consorte Alessandra, è stata la ciliegina su una torta solidale, cui sono certa tutti noi daremo una mano. Consentitemi di dire che quest’anno abbiamo un Governatore speciale, un Governatore che sentiamo essere uno di noi, sempre accanto alle nostre iniziative, senza sovrastrutture, senza verticismi piramidali, ma nella meravigliosa semplicità di essere e sentirsi parte di un tutto, semplicemente rotariano. Grazie Governatore per essere con noi.” Il promotore nel tempo del progetto “Agua El Paraiso non può attendere!!!”,poi, Francesco Dente, Assistente del Governatore Verre, nel presentare il progetto in modo dettagliato, presenta anche ai convenuti la Console onoraria dell’Honduras, Lucia Memoli: “  Già da vari anni, grazie al lavoro realizzato lì dal giovane parroco lucano don Ferdinando Castriotti, e il sostegno del Rotary Club Salerno Duomo, El Paraíso ha visto sorgere un ospedale, strutture scolastiche, istituti per minori e donne abusate, tossicodipendenti, una casa di riposo ed un centro sportivo; oltre ad una costante opera di distribuzione di cibo e farmaci, dando la propria assistenza e sostegno molte  persone. Ma un altro grave problema affligge l’Honduras e in particolar modo il territorio di El Paraiso, ovvero l’acqua potabile.  Ecco perché è importante realizzare l’acquedotto, che andrà a servire più di 7.500 persone,  grazie Global Grant “Agua… El Paradiso non può attendere!!!”, che partito alcuni anni fa, ha visto già varie donazioni, sia dai Club sia dal distretto 2100 anno 2013/2014. La cifra da raggiungere è di 140.000 Euro, ma considerato che sono stati già raccolti 26.000 euro , che il Governatore Verre sosterrà il progetto con 20.000 euro, raggiungendo la somma di 46.000 euro e con il contributo della Rotary Foundation, di fatto al progetto mancano solo 17.500 euro, che sono certo riusciremo a raccogliere con il contributo dei club, di serate come questa  e di altre iniziative che riusciremo a realizzare a favore del progetto. Lo stesso avrà anche una parte riservata alla produzione di elettricità, grazie alla donazione di tubi Enel e di turbine che attraverso l’acqua in movimento potranno fornire anche questo servizio aggiunto. Consentitemi, poi, un caro ricordo di due rotariani che hanno fatto del service la loro vita e che ci hanno lasciato: Ludovico Vecchione, uno dei primi che ha creduto nel progetto, e Filippo Zema, che tanto si è speso a livello professionale e umano per gli immigrati che giungevano a Reggio Calabria, sono certo di accogliere l’assenso di tutti se dedicheremo alla loro memoria il progetto.” A concludere gli interventi il Governatore Pasquale Domenico Verre: “Mi associo prima di tutto al ricordo di due rotariani eccezionali, che hanno segnato la vita del Distretto 2100 con la loro opera e il loro impegno. Come Distretto 2100, faremo tutto il possibile perché il progetto possa andare in porto. E’ con grande piacere che stasera sono qui con voi, insieme ad Alessandra e Camillo e mi fa piacere  condividere il piacere di stare insieme in amicizia, facendo del bene. Mi piace soprattutto essere in mezzo a voi non come il “Governatore”, ma come Pasquale, rotariano tra rotariani, “primus inter pares”. Oggi è stata una giornata di importante lavoro rotariano, ma nonostante la stanchezza mi faceva piacere vivere questa serata speciale insieme a tutti voi. La vostra numerosissima presenza fa capire quanto valga l’impegno e l’amicizia rotariana. Impegno che sono certo non farete mancare al progetto Agua, contribuendo alla sua realizzazione con i vostri club. Essere connessi significa fare anche queste azioni di concreta solidarietà. E nel momento in cui il progetto sarà realizzato festeggeremo insieme  il raggiungimento dell’obiettivo condiviso da tanti Club Rotary e dal nostro Distretto 2100 in quest’anno rotariano.”. La serata denominata “90 rotarian & friends for Honduras”, è continuata piacevolmente con la cena, la tombolata artistica ed anche momenti danzanti, terminando, poi, con l’assaggio delle torte realizzate dai rotariani presenti, per la partecipazione alla gara: “Miglior pasticciere per una notte” . Dolci che sono stati donati la mattina dopo agli ospiti della “Mensa di San Francesco” di Salerno. Non ci resta che fare un forte plauso agli organizzatori che hanno saputo coniugare lo stare insieme a una azione solidale, fattiva e  efficace e agli improvvisati pasticcieri che hanno deliziato con i loro dolci i presenti, senza mai dimenticare la solidarietà, infatti nella serata sono stati raccolti più di 1.500,00 euro.