La vita e i suoi inganni – RC Torre Annunziata Oplonti

11 Dicembre 2019

Presentato lo scorso 11 dicembre al Rotary Club di Torre Annunziata Olponti la nuova opera letteraria di Lucia de Cristofaro, “INGANNI”

A far da cornice il mare d’inverno, idealizzato dagli scrittori e dai poeti, come la nostra autrice, Lucia de Cristofaro, alla presentazione della sua nuova opera letteraria: “INGANNI”. La scrittrice, giunta alla sua nona opera, ci ha abituati a significative indagine sulla vita, sull’animo umano, complicato e non sempre facile da interpretare, descritto in modo attento e partecipato anche in questo libro. Organizzatore della presentazione il Rotary Club Torre Annunziata Oplonti, presieduto da Luigi Marulo, all’interno del progetto di Club: “Percorsi letterari”. Presenti all’incontro vari presidenti dei Rotary Club Viciniori, l’Assistente Angelo Di Rienzo. “Poter aprire la serie di eventi previsti per i nostri “Percorsi letterari” con il libro di Lucia de Cristofaro è per noi importante, considerati i temi che sono affrontati e che riguardano tutti noi, molto da vicino e che soprattutto aprono a riflessioni di carattere sociale, etico, politico.” – afferma il presidente Marulo nel suo indirizzo di saluto. E’ stato lasciato, poi, all’Assistente Michelangelo Riemma, Dirigente Scolastico, Professore Universitario e scrittore a sua volta, il compito di approfondire e dipanare la storia narrata, i suoi personaggi, a volte intimisti e a volte voci di una protesta diffusa sulle gravi problematiche sociali e ambientali dei nostri giorni. “Il libro offre uno spaccato molto puntuale di una  contemporaneità sempre più precaria a livello sociale, a livello ambientale e a livello relazionale. Al centro della narrazione infatti c’è una storia d’amore, complicata, così come sono ormai diventate tutte le relazioni che viviamo, intrappolate in reti comunicative estese e intrecciate da mille nodi invisibili.” – spiega Michelangelo Riemma – “Il tratto narrativo, poi, è usato magistralmente dalla scrittrice con una scrittura che cattura, che immerge nella storia avvolgendo il lettore e coinvolgendolo nella narrazione come spettatore attivo, presente ai fatti. Ecco perché non si riesce a smettere di voltare pagina con la curiosità di vedere cosa accade, cosa vivranno i protagonisti e cosa ne sarà dei loro sentimenti.” Ad interagire con gli ospiti e la sala il giornalista Adriano Fiore, che chiede all’autrice cosa l’ha condotta a rivoluzionare completamente la sua scrittura, passando da “gialli”, che hanno avuto un riconosciuto successo internazionale, ad una narrazione completamente diversa con: “INGANNI”. “Ogni autore ha quasi il dovere di sperimentare, di rinnovarsi, perché così come la società si evolve e si rinnova, anche la scrittura, che ne è testimonianza, ne deve seguire il corso. Percependo ciò che ci accade intorno ho voluto affidare ai protagonisti il compito di accompagnare il lettore in un viaggio speciale, dentro e fuori se stessi, un viaggio dove tutto è messo in discussione e dove sono le persone, motore pulsante della società, a dar vita al tutto.” – dice Lucia de Cristofaro nelle sue conclusioni. Tra gli applausi e gli interventi del folto pubblico intervenuto la serata ha registrato l’interesse di quanti hanno gradito la possibilità di confrontarsi, di esprimere i propri pensieri e le proprie idee, questa volta in una piazza reale e non virtuale, grazie alle pagine di un libro, che a dispetto del suo titolo, non “inganna” il lettore.