Pax Mediterranea ad Assisi – 2° Tappa del Progetto Distrettuale

 “In cammino per la Pace sulle orme di Frà Gerardo Sasso”

E’ stata Assisi, la città di San Francesco, la città della Pace per eccellenza, ad ospitare, il 9 marzo 2019, la seconda tappa del Progetto Distrettuale, iniziato a Ravello con il Forum “Pax Mediterranea”, lo scorso 16 febbraio, dal titolo: “In cammino per la Pace sulle orme di Frà Gerardo Sasso”. “Un percorso di Pace destinato ad avvicinare simbolicamente tutti i popoli e a trasmettere un importante messaggio di Pace” – ribadisce il DG Salvatore Iovieno. A fare da cornice all’evento, che ha avuto inizio alle 16.00, la Sala della Consolazione del Palazzo Comunale di Assisi. L’inizio del Forum  ha visto, davanti ad un pubblico attento e interessato, il saluto di: Gabrio Filonzi, Governatore Distretto 2090, che ha sottolineato l’amicizia che unisce i due Distretti Rotary, 2090 e 2100, che condividono anche un percorso fondante sui valori e soprattutto la promozione del confronto culturale e della Pace; Salvatore IOVIENO, Governatore Distretto 2100; Roberto Tamburini, Presidente Rotary Club Assisi. Interessante ed intenso l’intervento della Sindaco di Assisi Stefania Proietti, che nel suo saluto ha evidenziato l’importanza del confronto sulle tematiche della Pace nella nostra contemporaneità spesso aggressiva, che il Distretto Rotary 2100, ha voluto effettuare, come seconda tappa, proprio ad Assisi, la città di San Francesco, la città della Pace (Vedi video intervento della Sindaco Proietti), relativamente al progetto ““In cammino per la Pace sulle orme di Frà Gerardo Sasso”. “L’azione del Distretto Rotary 2100, per promuovere la Pace nel Mediterraneo, ponendosi come ambasciatori presso i popoli che si affacciano sul Mediterraneo, realizzando momenti di incontro significativi. In tale contesto non potevamo che essere ad Assisi, per riflettere ancora una volta sulla tematica “Pax Mediterranea”, sulle orme di San Francesco.” – Dichiara nel suo intervento di apertura lavori il Governatore del Distretto 2100, Salvatore Iovieno.  Ed è proprio San Francesco, la sua vita, le sue difficili scelte a favore di una povertà liberatrice, di una povertà tesa a sostenere il pensiero e l’animo di chi si dona agli altri e a Dio, di chi incontrando la cultura islamica, afferma l’unitarietà del pensiero puro e della preghiera, sotto l’unico grande cielo che accomuna i popoli, il centro dell’introduzione di Camillo Irace, Presidente Commissione Distretto 2100 “Progetto Pace nel Mediterraneo”. E’ toccato, poi, al Prof. Antonio Pieretti, Prof. Emerito-Docente di Filosofia Teoretica Università Perugia, affrontare in modo profondo, con attenzione a tutti gli aspetti valoriali, “Il Messaggio Benedettino-Francescano al servizio della Pace”. Un intervento quello del prof. Pieretti che ha messo in relazione l’azione rotariana all’interno della attuale società, difficile e critica, con il messaggio Benedettino-Francescano, un parallelo che pone il Rotary come interlocutore rilevante per le comunità, da esso sostenute, aiutate, ma soprattutto ascoltate. Veramente eccelsa, poi, la testimonianza che ha coinvolto tutti i presenti sia a livello intellettuale sia a livello emozionale, di Fra Enzo Fortunato, giornalista e direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, del mensile San Francesco Patrono d’Italia e del portale sanfrancesco.org. “San Francesco d’Assisi è un uomo semplice, vissuto otto secoli fa, che ancora oggi incarna il cristianesimo.”  – afferma Padre Enzo Fortunato, nella sua testimonianza – Il Santo patrono d’Italia, ben incarna i valori di quanti a servizio delle comunità si adoperano per esse, con slancio ed abnegazione, in un discorso di Pace, che guarda agli aspetti dell’umanità del Santo di Assisi confluisce oggi proprio in questo progetto di Pace” Come a Ravello, non è mancata la presentazione dell’Opera:  “GERARDO SASSO, APOSTOLO DELLA PACE”, a cura dell’autore Ulisse Salvatore di Palma, accompagnato dalla Presidente del Rotary Club Costiera Amalfitana, Antonietta Falcone Villani. Una disamina molto attenta e particolareggiata, quella realizzata dal Governatore Salvatore Iovieno nelle sue conclusioni, non dimenticando di ringraziare: Gabrio Filonzi, Governatore Distretto 2090, Roberto Tamburrini, presidente RC Assisi, per la loro ospitalità; gli altri componenti del Comitato Organizzatore e della Commissione Distrettuale in Cammino per la Pace: Lucio D’Urso – Giuseppe Cavaliere – Alfonso Cavaliere – Andrea Giordano – Andrea Ferraioli, Salvatore Gambardella. Le altre tappe dei Forum Pax Mediterranea vedranno coinvolte Malta e Gerusalemme, per concludersi in Libano, con l’intento che il Progetto “In Cammino per la Pace”, possa diventare simbolo di una Pace non solo raccontata, ma anche vissuta. Un altro importante momento del Forum di Assisi è stato il momento della Firma del Manifesto della Pace, che già a Ravello ha raccolto le prime firme, e che ad Assisi ha visto firmatari le autorità civili, religiose, nonché i rotariani del Distretto 2090. Il Manifesto della Pace continuerà a raccogliere sottoscrizioni, per essere consegnato al Patriarca di Gerusalemme, al fine di inviare un concreto messaggio di Pace e di incontro tra i popoli.