Progetto “Prevenzione Ictus Cerebrale” – Crotone – 2017

I Presidenti dei Rotary Club di Acri -Maria Francesca Spezzano, Cariati Terra Brettia, -Giuliana Greco, Corigliano Rossano Sybaris- Francesco Vulcano, Cosenza Nord -Pietro Leo, Florense San Giovanni in Fiore -Giovanni Madia, Petilia Policastro Valle del Tacina Centenario -Rosario Marrazzo, Santa Severina -Levino Rajani, quali sostenitori e partecipanti, Crotone -Pasquale Scalise , quale proponente e capofila,  sotto la guida e il coordinamento medico-scientifico del Dott. Prof. Gaetano de Donato, Governatore del Distretto Rotary 2100, si sono riuniti il giorno 31 marzo 2017 nella sede sociale del Rotary Club di Crotone piazza Castello 36, per procedere alla presentazione del progetto “Prevenzione Ictus Cerebrale”, che, dopo avere ottenuto l’approvazione dalla Commissione Distrettuale della Rotary Foundation, è stato realizzato con le somme versate dai singoli Club e con il versamento del cofinanziamento previsto nella sovvenzione distrettuale.

Prevenzione Ictus Cerebrale - Crotone - 2017
Il Presidente del Club di Crotone Pasquale Scalise, porge i saluti ai Presidenti dei Club intervenuti che ringrazia per la meritoria opera rotariana assieme compiuta evidenziando, fra l’altro, la circostanza di ritenerci tutti orgogliosi per avere contribuito alla realizzazione dell’importante progetto che consente di salvare moltissime vite umane e risparmiare notevoli risorse  economiche.
Passa poi la parola al prof.Dott. Gaetano de Donato, noto ed apprezzato chirurgo vascolare a Napoli, ideatore del progetto “No ictus-Screening Program” per la illustrazione del programma.
Il Governatore  del Distretto 2100 pone in risalto che l’incidenza dell’ Ictus in Italia e nel mondo è altissima e rappresenta la seconda causa di morte e di invalidità; colpisce di più gli uomini rispetto alle donne.
Sottolinea che l’ictus cerebrale è forse l’unica malattia che non si può curare ma soltanto prevenire.
Dopo avere ricordato i risultati raggiunti con il progetto “Polio Plus” nato per eradicare la poliomelite nel mondo, si augura che anche il progremma Rotary “No-ictus,partito quattro anni fa da Napoli e da tutto il Distretto 2100, già esportato in Bulgaria, ove si verifica la più alta incidenza della malattia tra I paesi europei,possa divenire un programma del Rotary International.
Evidenzia che il Rotary fa del bene senza elargire denaro perchè non è un’associazione di beneficenza ma  si pone al servizio dell’Umanità come precisato nel motto del Presidente Intermazionale John Germ.
I nove presidenti dei Club partecipanti  concordemente esprimono la soddifazione di essere riusciti nell’intento di portare a compimento la lodevole iniziativa che di certo contribuirà a recare sollievo alle persone bisognose.
Il Presidente della Croce Rossa Italiana Dr. Francesco Parisi si dichiara lieto di poter contribuire alla realizzazione del progetto fortemente voluto dal Rotary che ringrazia per avere scelto la CRI quale destinataria delle apparecchiature medico scientifiche che, in ottemperanza degli accordi sottoscritti, saranno messi a disposizione dei Club sostenitori nel rispetto del calendario di utilizzo che gli sarà comunicato.Aggiunge che, In considerazione della ramificazione dell’Ente sull’intero territorio calabrese,  assicura la piena collaborazione per mettere i Club richiedenti nelle condizioni di potere svolgere il servizio di prevenzione richiesto.
Anche il dott. Domenico Bosco, responsabile del reparto di neurologia dell’Ospedale di Crotone, in rappresentanza dell’Azienda Sanitaria Opedaliera della Provincia di Crotone, plaude alla nobile iniziativa realizzata dai Club Rotary, quanto mai necessaria ed utile sui territori di competenza per contribuire a promuovere una ampia attività di screening per le prevenzione dell’ictus cerebrale ischemico dovuto a stenosi delle carotidi.
Il Governatore Emerito Francesco Socievole, presente alla manifestazione, rivolge un forte appello ai Club e ai soci rotariani a sostenere la Rotary Foundation con la piena consapevolezza che i Club ne verranno ripagati mediante finanziamenti cospicui per sostenere i progetti ritenuti validi.
Al termine, i nove Presidenti dei Club partecipanti e presenti sottoscrivono il protocollo d’intesa e l’atto di cessione a titolo gratuito degli strumenti elettro medicali alla Croce Rossa Italiana -Comitato di Crotone-, consistenti in un elettrocardiografo ed in uno ecografo ecocolor doppler portatile.