Seminario Rotary Foundation

23/ 24  Novembre  2019

Il prossimo 23 e 24 Novembre sarà Salerno ad ospitare il Seminario Rotary Foundation, presso l’Hotel Mediterranea.  Tale  Seminario è destinato non solo ai dirigenti di Club e ai presidenti e componenti delle Commissioni Rotary Foundation di Club, ma a tutti i rotariani, che avranno l’opportunità di approfondire l’importanza della Rotary Foundation a sostegno delle iniziative progettuali di Club. Il programma di massima delle due giornate prevede: Sabato 23 Novembre, a partire dalle ore 16.30 accoglienza e registrazione al seminario, cui seguirà alle ore 20.00 la Cena dell’Amicizia. La serata continuerà con il suggestivo spettacolo, alle ore 21.30, della visita alle “Luci d’Artista”( con transfert). Domenica 24 Novembre, i lavori inizieranno alle ore 9.30 per terminare alle ore 13.00, cui seguirà alle ore 13.30 un light lunch di arrivederci. Durante il Seminario saranno consegnati gli Attestati relativi all’anno rotariano 2018/2019. Maggiori dettagli saranno pubblicati prossimamente. “A Salerno discuteremo assieme ai relatori delle nostre azioni e delle nostre attività al fine di valorizzare ogni opportuna iniziativa volta a migliorare e sottolineare l’attenzione dei soci e dei Club verso la fondazione stessa ed in particolare verso il programma Polio Plus.” – scrive il DG Pasquale Verre  nella sua lettera del mese di Novembre – “Inoltre ci sarà l’occasione per un ulteriore confronto ed i Club sono invitati a preparare documentazione grafica della loro progettualità. Nei limiti imposti dalla tempistica saranno previsti alcuni interventi per valorizzare le azioni e i progetti intrapresi. Mi piace ricordare come per dare maggiore incisività ai suoi progetti ed interventi di servizio, nel 1917 il R.I. creava un fondo di dotazione successivamente chiamato nel 1928 Rotary Foundation (R.F.). Registrato come società senza fini di lucro. Oggi la R.F. è fra le più importati organizzazioni mondiali che forniscono, attraverso le contribuzioni volontarie di rotariani e non che liberamente vi concorrono, aiuti di carattere umanitario e culturale-educativo.”