XLI Congresso Distrettuale: “Il valore della leadership”

di Lucia De Cristofaro

Nella suggestiva cornice del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, a Portici in provincia di Napoli,  il XLI Congresso Distrettuale ha visto soci provenienti da tutti i club del Distretto 2100, gremire la grande sala, per riflettere su quanto è stato messo in campo nell’anno del Governatore Salvatore Iovieno, che si avvia alla conclusione. Mancano, infatti, pochi giorni per il passaggio ufficiale (1 luglio) della dirigenza Rotary da Salvatore Iovieno a Pasquale Verre, Governatore per l’anno rotariano 2019/2020. Dopo l’onore alle bandiere il Congresso si è aperto con i saluti di Giuseppe Tucci, Presidente RC Ercolano, DGE Pasquale Verre, DGN, Massimo Franco, Donato Gallo, Presidente Rotaract Club Ercolano, Ciro Buonajuto, Sindaco di Ercolano, che ha dichiarato di essere grato al Rotary per aver quest’anno investito in progetti vicini ai territori: “In particolare per Ercolano è stato di grande aiuto il Progetto Beni Culturali, in quanto siamo convinti che non esiste ricchezza senza cultura”. Presenti alla manifestazione i PDG: Luciano Lucania, Marcello Fasano, Guido Parlato, Maria Rita Acciardi, Giorgio Botta, Pietro Niccoli, Francesco Socievole, Francesco  Parisi, Giancarlo Calise, Natale Naso, Mario Mello,  e tra i futuri governatori Fernando Amendola, governatore per l’anno 2021/2022. L’appello dei club, a cura del segretario distrettuale Massimo Carosella, dimostra con la folta presenza dei loro soci, ancora una volta quanto i club e il Distretto quest’anno abbiano lavorato in una positiva sintonia non solo d’intenti, ma anche fattiva e concreta. Ad aprire ufficialmente il Congresso l’Intervento del Governatore Salvatore Iovieno, dal titolo “Un anno di service”. Intervento in cui, dopo i ringraziamenti ai presenti, futuri governatori, PDG, e alle consorti di due grandi rotariani, Calogero Bellia, grazie alla donazione di Carmen Bellia, infatti, il Distretto 2100 è rappresentato nell’Arch Klumph Society, che riconosce il livello più alto dei donatori della Fondazione Rotary, come ha testimoniato lo stesso governatore, e Lello Pallotta d’Acquapendente, che per anni hanno contribuito alla crescita del Distretto non solo nel suo interno e a livello culturale e valoriale, ma anche all’esterno nei vari livelli di impegno rotariano, il Governatore ha tracciato un significativo spaccato di quanto è stato realizzato in quest’anno rotariano a livello distrettuale e di club. “Abbiamo dedicato il nostro congresso alla Leadership, per consolidare l’idea dell’esempio e soprattutto del fare. E di concreto quest’anno si è fatto tanto, tanti gli obiettivi raggiunti, come potrete apprendere dalle testimonianze di chi nel ruolo affidatogli ha fatto crescere il trend distrettuale, raggiungendo alcuni degli obiettivi prefissati  sia a livello comunicativo sia a livello progettuale, nonché con l’aumento proprio della leadership del Distretto 2100. Sono stati, infatti, creati 7 nuovi club ROTARACT, 6 nuovi club INTERACT e 6 NUOVI CLUB  ROTARY. Abbiamo inoltre operato molto affinchè prendesse forma concreta il “Cambiamento”, con l’ingresso nel Club Rotary di donne, giovani e soprattutto nuove professioni, come effettivamente è stato realizzato soprattutto nei nuovi club. Sul fronte progetti, i club hanno realizzato tantissimo, operando effettivamente per il territorio distrettuale, come citato nel nostro motto, e realizzando o una piena collaborazione con il ROTARACT, come nel caso del progetto Mille Vele per la Polio, presidente di Commissione Angelo Pezzullo, con la partecipazione del rotaractiano Alessandro Castagnaro oppure avviando la realizzazione di G.RO.C., Rotary Community Corps (Club Napoli Castel Sant’Elmo ed Aversa), attraverso i quali si è effettivamente attivata una sinergia sul territorio tra rotariani e non, dando a quest’ultimi la possibilità di conoscere e operare da vicino con il Rotary International. Appare chiaro che l’obiettivo “Cambiamento” è stato al centro delle attività del Distretto e con attenzione a quanto realmente era ad esso ricongiungibile.” A seguire l’apertura da parte del Governatore in carica Iovieno, la prima allocuzione del Rappresentante del P.I., PDG Roberto XAUSA, Rotary Public Image Coordinator 2018-2021: Italia, Spagna, Portogallo e Malta, che ha illustrato l’importante passaggio ad un Rotary del terzo millennio che pone grande attenzione alla comunicazione, intesa non solo come comunicazione interna e di promozione delle proprie attività, ma come promozione che interagisce sul territorio intervenendo sulle problematiche  che lo caratterizzano. E’ stata poi la volta dei progetti ad essere illustrati dai responsabili degli stessi: Antonio Squillace, Presidente Commissione Distrettuale Progetti; Toto Amoruso, Presidente Sotto Commissione Polio Plus, Paolo Lorenzo Romanello, Presidente Commissione Distrettuale Beni Culturali; Stefania Brancaccio, Presidente Commissione Distrettuale reinserimento giovani e sicurezza sociale; Alessia Buonocore, Commissione Progetto Spreco Alimentare, nonché le testimonianze da parte di soci rotariani impegnati nei vari progetti. E’ stata poi la volta della Comunicazione, che quest’anno ha visto attivarsi, due redazioni distinte all’interno del Distretto, la redazione della rivista cartacea, coordinata dal giornalista Pino Blasi, e i social web, coordinati dalla giornalista Lucia de Cristofaro in collaborazione con  Antonio Ascione, a dimostrazione di una grande attenzione da parte del Governatore Iovieno, in anticipo sul motto presidenziale del futuro anno “Connettersi al mondo”, per la comunicazione non solo interna, ma anche esterna. Infatti grazie al peculiare lavoro delle redazioni grande attenzione giornalistica da parte di testate territoriali e nazionali è stata data agli eventi dei club e del Distretto 2100. Molto seguito e apprezzato tale intervento, curato da Lucia de Cristofaro, in rappresentanza anche di Pino Blasi e Antonio Ascione, impossibilitati ad essere presenti, che grazie ai numeri, ha dimostrato il notevole trend in crescita in quest’anno rotariano. L’assemblea del primo giorno (22 giugno) si chiude con la Sessione Amministrativa, con approvazione  del bilancio consuntivo 2017/2018 da parte dei presidenti presenti. Mentre la serata è stata dedicata all’ascolto della meravigliosa orchestra distrettuale RYCO, anch’essa divenuta quest’anno non più solo un progetto, ma parte artistica reale del Distretto 2100, e che con la sua esibizione ultima ad Amburgo, ha sancito il passo diverso, la visione futura del Governatore Iovieno.

La seconda intensa giornata congressuale si apre, dopo i saluti del Governatore Iovieno, con la relazione di Pasquale Russo, Presidente Commissione Distrettuale Sviluppo Membreship; seguita dalle relazioni di: Attilio Leonardo, Delegato del Governatore per il Rotaract, Roberto Barbarossa, Delegato del Governatore per l’Interact, Costantino Astarita, Delegato del Governatore Affiliazioni on line e Showcase, Roberto Vona, Presidente Commissione Distrettuale Piano Strategico. Il Clou della giornata congressuale è giunto con le relazioni di: Andrea Pernice, Past District Governor Distretto 2041, che ha illustrato alla platea la necessità di una comunicazione efficiente ed efficace: Comunicare il bene, questo l’obiettivo rotariano per il nostro Millennio, nonché trovare la giusta sinergia operativa tra i distretti italiani per gli impegni in sede internazionale. Non bisogna, poi, dimenticare che nonostante la ruota faccia girare annualmente le cariche, ci si deve sempre mettere a disposizione gli uni con gli altri, in una continuità di azione.”, e di Alberto Ganna, past District Governor, Distretto 2042, su “Volare in Formazione”, ossia: “Non dimenticare mai che i cambiamenti sono possibili, come è avvenuto nel vostro distretto quest’anno, solo se si collabora insieme. Solo la sinergia tra uomini che condividono gli stessi valori e lo stesso impegno sociale può produrre il progresso, recuperando a livello sociale quella giusta autorevolezza di opinione e di pensiero affinchè si possa operare in modo positivo per le comunità” A illustrare, invece, la qualità dei lavori scelti per il Premio Galilei, Massimo Carosella, che ha presentato i giovani vincitori ex aequo: Marianna Aprile, con uno  studio dei metabolismo molecolare, e Carmine De Angelis, con uno studio sul Tumore della mammella, entrambi hanno ricevuto quale premio un assegno di 2.000,00 euro.  Non potevano poi mancare i riconoscimenti a quanti all’interno del Distretto si sono impegnati in modo intenso e con grande spirito di abnegazione per giungere agli obiettivi di cui si è ampiamente parlato nei vari interventi congressuali. Sono stati assegnatari di PHF, massima onorificenza del Rotary: Massimo Carosella (segretario distrettuale), Carlo d’Antonio (Segretario Esecutivo Distrettuale), Raffaele Aruta (Tesoriere Distrettuale), Maria Sbeglia ( prefetto distrettuale), Lucia de Cristofaro (coordinatrice redazione giornalistica social web del distretto), Antonio Ascione ( presidente Commissione distrettuale comunicazione); i Club che hanno favorito in qualità di Club Padrino la nascita di nuovi Club Rotary: Campania Napoli, Nola, Nola Pomigliano, Avellino Est, Rossano, Rogliano, Valle del Savuto e Cassano allo Ionio. Invece per il progetto “In cammino per la Pace”, è stato assegnatario di riconoscimento il Rotary Club Costiera Amalfitana. A Gigi Velardo, poi, un riconoscimento quale veterano per la partecipazione ai Congressi Distrettuali. A Lucia Baroni, Maria Gabriella Gallevi e Gabriele Cricri, un riconoscimento per l’alta attività di comunicazione sul territorio. Riconoscimenti PH per  Michelangelo Riemma, Giuseppe Luberto, Massimo Massaccesi, Sergio Nucci e Luigi Ielasi, che hanno collaborato con il Governatore per il supporto di idee e collaborazione alla realizzazione dei nuovi club, nonché a Gualtierluigi Guadagno, Andrea di Lieto, Luigi Ascione, Gregorio Laino, per l’apporto consulenziale e nei rapporti con le istituzioni universitarie. PHF a Rosaria Bruno (Commissione Giovani Donne e Nuove Professioni e per aver seguito i vari progetti contro la violenza sulle donne), a Roberto Vona ( Piano Strategico del distretto e in particolare il Progetto per il RYSLA), a Attilio Leonardo e Roberto Barbarossa (rispettivamente delegati per il Rotaract e l’Interact), a Paolo Romanelli (Progetto Beni Culturali).  Assegnate, poi, targhe per il lavoro svolto a: Rodolfo INDERST, Segretario Distrettuale agli Eventi e alle Manifestazioni; Pino BLASI, Segretario Distrettuale alla Comunicazione; Antonio SQUILLACE, Presidente della Commissione Distrettuale Progetti; Totò AMORUSO, Responsabile della Sottocommissione Polio Plus nell’ambito della Commissione Rotary Foundation; Pino SPOSATO, Delegato Speciale del Governatore per la costituzione del Rotary Club Rocca Imperiale-Calabria Nord Est, in quanto gli stessi, avendo alle spalle un notevole impegno rotariano per gli anni passati, sono già assegnatari di PHF nel numero massimo ammissibile. Hanno ricevuto, altresì, attestati di partecipazione tutti i club che hanno partecipato ai progetti dello Spreco Alimentare e Beni Culturali. Altri riconoscimenti ed onoreficenze saranno riconosciute in altre date e luoghi. Avviandosi verso la conclusione dei lavori i presenti hanno avuto il piacere di ascoltare la seconda allocuzione del Rappresentante del Presidente Internazionale. A sancire però il termine di queste due intense giornate il passaggio del Collare, da Salvatore Iovieno a Pasquale Verre, che ha visto sul palco anche Massimo Franco (governatore 2020-2021) e Fernando Amendola (governatore 2021-2022), uniti in una stretta di mano collettiva, che fa intendere quanto il Rotary, fedele al rinnovo annuale delle cariche, conservi sempre i suoi valori e il suo service, che restano impressi nel DNA dei rotariani, qualsiasi ruolo svolgano, come afferma il governatore Iovieno, in carica fino al 1 luglio, nel suo discorso conclusivo, che chiude ufficialmente il Congresso. Viva il Rotary sempre.